Notizie2019-02-11T15:51:42+01:00

ENPAM – Dichiarazione dei redditi professionali prodotti nel corso dell’anno 2019 – “Quota B” del Fondo Generale

Libera professione, entro settembre le dichiarazioni
Il 30 settembre 2020 scadono i termini per comunicare il reddito prodotto nell’anno 2019
In caso di invio oltre il termine del 30 settembre, è prevista una sanzione di € 120,00
Entro il 30 settembre 2020 i professionisti iscritti all’E.N.P.A.M. sono tenuti a comunicare, tramite la compilazione del Modello D, il reddito derivante dall’esercizio della professione medica e odontoiatrica prodotto nel corso dell’anno 2019. La dichiarazione del reddito professionale può essere effettuata in via telematica mediante accesso dall’Area Riservata del Portale della Fondazione ENPAM.
In alternativa, tale dichiarazione può essere effettuata mediante l’invio del modulo cartaceo, sempre entro il suddetto termine. La dichiarazione può essere effettuata utilizzando il Modello D 2020 personalizzato spedito a domicilio dall’ENPAM. Può essere restituito con raccomandata semplice (senza ricevuta di ritorno) utilizzando il nuovo indirizzo: Fondazione ENPAM – Servizio Contributi e attività ispettiva – CP 7216 – 00162 ROMA.
I medici e gli odontoiatri registrati nell’Area riservata del sito Internet della Fondazione www.enpam.it hanno l’opportunità di fare la dichiarazione online, sempre entro il 30 settembre 2020.
Ricordiamo che il mancato ricevimento del modello D, che può essere reperito all’interno di questa notizia o presso la sede dell’Ordine, non esonera l’iscritto dall’obbligo di presentazione della dichiarazione entro il 30 settembre 2020.
Il reddito assoggettato a contribuzione presso la “Quota B” del Fondo di Previdenza Generale è quello derivante dall’esercizio, anche in forma associata, della professione medica e odontoiatrica, al netto delle spese sostenute per produrlo. Concorrono, altresì, a formare tale reddito i compensi, anche se equiparati ai fini fiscali ai redditi di lavoro dipendente, che derivano dallo svolgimento di attività attribuite all’iscritto in ragione della sua particolare competenza professionale.
Il contributo dovuto alla “Quota B” del Fondo di Previdenza Generale sarà determinato dagli Uffici dell’Ente sulla base dei dati indicati nel Modello D 2020. Il relativo pagamento dovrà essere effettuato in un’unica soluzione entro il 31 ottobre del corrente anno oppure, su richiesta, in due (31 ottobre e 31 dicembre 2020) o cinque rate (31 ottobre e 31 dicembre 2020, 28 febbraio, 30 aprile e 30 giugno 2021).
Il mancato ricevimento del bollettino non esonera dal pagamento del contributo; in tal caso dovrà essere contattata tempestivamente la Banca Popolare di Sondrio al numero verde: 800.24.84.64. Gli utenti registrati presso il portale www.enpam.it possono, inoltre, reperire un duplicato del bollettino accedendo all’Area riservata di tale sito. In questo caso il pagamento può essere effettuato esclusivamente presso qualsiasi Istituto di Credito.
Si ricorda, che i contributi previdenziali sono interamente deducibili dall’imponibile fiscale, ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lett. e), del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (DPR 22 dicembre 1986, n.917).

Per un’esposizione più completa e dettagliata e per comprendere al meglio come, quanto e quale reddito va dichiarato, il competente ufficio dell’Ordine, con lo scopo di agevolare e migliorare la strategia comunicativa tra l’Ordine Professionale ed i propri iscritti, si è determinato nel pubblicare un articolo che analizza tutti i diversi aspetti della contribuzione in parola.

App FADInMed per sistema Android e iOS

Fadinmed Logo

Cari Colleghi,

sono lieto di comunicare che è disponibile per il download la app “FadInMed”, che consentirà di svolgere i corsi FAD della Federazione anche da smartphone e tablet (Android e iOS).

La app FadInMed è sincronizzata con la piattaforma www.fadinmed.it e consentirà di iniziare, svolgere e concludere un corso non solo su pc ma anche su smartphone e tablet.

Scaricando la app si potrà, ad esempio, iniziare un corso sul pc, interromperlo per poi proseguirlo sullo smartphone o sul tablet, o viceversa, iniziarlo sullo smartphone o sul tablet e concluderlo sul pc.

Nel caso di mancanza di un collegamento a Internet, ad esempio in aereo, si potranno anche svolgere i corsi offline, poiché le risposte fornite saranno trasferite alla piattaforma appena si avrà di nuovo una rete disponibile.

Usare la app è semplice, basta:

  1. essere registrati alla piattaforma FadInMed (chi non è ancora registrato deve quindi prima passare dalla piattaforma fadinmed.it)
  2. scaricare la app “FadInMed” dallo store per Android (Google Play) o per IOS (Apple Store) a seconda del proprio smartphone
  3. inserire id e pin (sono gli stessi per l’accesso alla piattaforma FadInMed già in possesso)
  4. cliccare sull’elenco dei corsi disponibili
  5. svolgere i corsi

 

Giova tuttavia ricordare che sulla app è possibile seguire e superare i corsi, mentre tutte le altre attività dovranno essere svolte direttamente sulla piattaforma FADInMED (registrazione per chi non è ancora registrato, scarico delle attestazioni dei crediti, modifica del proprio account, etc).

Qualunque chiarimento potrà essere comunque richiesto inviando una mail a:  gestione @fadin med.it

Con i più cordiali saluti

Il Presidente

Giovanni D’Ippolito

Test Sierologici personale scolastico

Cari Colleghi,

Vi invio alcuni dettagli tecnici operativi che possono facilitare l’intera procedura dei test.

Innanzitutto in premessa vi è da dire che gli assistiti che vogliono partecipare debbono:

1)           telefonare e prenotarsi così come avviene per qualsiasi altro accesso ai nostri studi e come previsto dalla normativa vigente in termini di accessibilità. Altresì ordinariamente debbono presentarsi dotati di mascherina.

2)           La telefonata e la prenotazione hanno l’obiettivo di selezionare i soggetti non a rischio per l’accesso allo studio. Per questo è fondamentale procedere al triage telefonico con la somministrazione della scheda di triage-questionario (già inviata il 23 c.m.), il secondo obiettivo è quello di prenotare con una tempistica che garantisca il giusto distanziamento fra gli assistiti.

3)           All’atto della prenotazione il medico è opportuno che chieda al soggetto che deve comunicare un indirizzo mail (nel caso che non ne siamo già in possesso) che trattandosi di personale scolastico lo deve avere per il ruolo cui assolve: ciò è importante in quanto comunicheremo in quella fase all’assistito che gli invieremo dei documenti che dovrà compilare (questionario, scheda informativa per il consenso, atto notorio per i lavoratori che non sono ricompresi nell’elenco del Sistema TS) e ciò ovviamente per ridurrei i tempi di permanenza nello studio.

4)           In considerazione che l’esame dà il risultato dopo 10 minuti circa, è consigliabile per ridurre i tempi di permanenza, una volta presa la goccia di sangue dal dito e dopo averla messa nel pozzetto, licenziare il soggetto dicendogli che il risultato gli verrà comunicato in un secondo momento e con questo le eventuali istruzioni in caso di test positivo

5)           Alla fine i dati debbono essere raccolti nel modulo allegato 3; essi vanno inviati in Azienda che con successiva mail ci comunicherà a quale indirizzo(i) inviarli

6)           Successivamente vi comunicheremo come caricare il test sul Sistema TS.

Resta da conoscere quando ci daranno consegnati o dove ritirare kit e DPI. Pensiamo che nella giornata di lunedì ci sarà comunicato.

IL SEGRETARIO PROVINCIALE FIMMG
Peppe Mastrosimone